Psicosintesi counseling

ITA   |   ENG   |   ESP

Servizi di Counseling

 

 

 

 

 

Cos’è il Counseling

La seguente è la definizione ufficiale dell'attività di counseling approvata dall'Assemblea dei soci di Assocounseling in data 2 aprile 2011:

 

“Il counseling professionale è un'attività il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del cliente, sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione. Il counseling offre uno spazio di ascolto e di riflessione, nel quale esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi e rinforzare capacità di scelta o di cambiamento. E' un intervento che utilizza varie metodologie mutuate da diversi orientamenti teorici. Si rivolge al singolo, alle famiglie, a gruppi e istituzioni. Il counseling può essere erogato in vari ambiti, quali privato, sociale, scolastico, sanitario, aziendale.”

 

Il counseling può essere definito come un incontro tra un counselor professionale ed una persona che cerca uno spazio per riflettere sulla propria vita. Il counseling crea e mantiene questo spazio vivo: lo crea attraverso l’ascolto attento ed empatico, incoraggiando la persona a trovare le sue risposte e a moltiplicare le risorse che fanno parte integrante del suo stesso patrimonio; il counselor mantiene vivo questo spazio di autoriflessione sostenendo la persona nei suoi punti di forza e nelle sue capacità di autodeterminazione.

 

Il percorso di counseling è di durata breve, si delinea assieme alla persona e lavora su aspetti concreti e specifici, circoscritti alla vita quotidiana e alla relazione col presente della persona. Il counselor non sostituisce altre figure professionali. Infatti, il counselor può offrire orientamento sulla figura professionale più adatta ad una determinata difficoltà (psicologo, psicoterapeuta, mediatore familiare, medico, naturopata, etc.). Il counseling non offre consigli o soluzioni magiche, ma sostiene la persona nella ricerca di sé attraverso un modo di essere presente, empatico, accogliente e non giudicante.

 

Il counseling psicosintetico offre una visione olistica della vita, che può essere paragonata ad un percorso verso l’integrazione e sintesi di tutte le nostre risorse. “Assagioli affermava che lo scopo della psicosintesi è di aiutare a integrare, a sintetizzare, i molteplici aspetti della personalità individuale intorno a un centro personale (Sé personale) e, successivamente, effettuare una grande sintesi tra l’Io ed il Sé transpersonale” (D. Whitmore). Nella visione psicosintetica si considera anche la natura ultima, immanente e trascendente che giace al centro di ogni vita, il Sé Superiore. Anche se questi aspetti possono non essere affrontati direttamente in counseling, il counselor ha una visione bifocale della realtà che integra con quest’ultima dimensione interiore, la quale opera come sottofondo, dando un senso totale all’esperienza di counseling.